Facebook Info Rivenditori Consumi Prezzi e Iva Piastrellisti
× Esempi pratici
Posa pavimento Posa rivestimento Posa listoni e formati grandi Sovrapposizione Formazione terrazzo Formazione Marciapiede Ristrutturazione bagno Riparazione piastrelle Vetrocemento e Lucernari Posa marmi Scale, tracciatura e formazione Consigli Pulizia
Un pò di teoria
Attrezzi da lavoro Materiali Massetto Isolamento Piastrellatura

☰ Pagine informative
× Trova prezzi:
Attrezzatura Piastrelle Fintapietra Mosaico Palladiana Rosoni Vetromattoni Profili e distanziatori Collanti Pannelli Pulizia
Antinfortunistica
Più venduti

☰ Trova prezzi

COME POSARE PIASTRELLE LISTONI E FORMATI GRANDI

In questa guida approfondiremo il metodo migliore per posare piastrelle in listoni finto legno e formati particolarmente grandi con l'utilizzo di distanziatori appostiti chiamati comunemente distanziatori tiranti o distanziatori livellanti.

Distanziatori tiranti

I distanziatori tiranti, molto usati per la posa di formati grandi e listoni finto legno in piastrella, sono una tipologia di distanziatori in plastica caratterizzati principalmente da una piattina basale e due stanghette perpendicolari che faranno da distanziatore per le piastrelle. Una volta posizionato il distanziatore, con l'ausilio di un tirante, si andrà letteralmente a piegare la piastrella quel tanto che basta per rendere il pavimento più planare.
Questo metodo è stato creato per compensare e ridurre le imperfezioni della posa causate dalla malformazione delle piastrelle. Le tipologie sono molte, ma si possono riassumere principalmente in due categorie: distanziatori con cuneo e distanziatori a vite con rotella.



Distanziatori con cuneo

Distanziatore a cuneo I distanziatori con cuneo sono caratterizzati da una base, due stanghette distanziatrici (solitamente da 1mm a 2mm) e una testata. Nel mezzo andrà inserito il cuneo che andrà a tirare le piastrelle allo stesso livello. Spesso viene usato con l'aiuto di una pinza, ma con un pò di pratica si può schiacciare e tirare il distanziatore anche manualmente.
Il distanziatore più usato per le piastrelle è da 1,5mm. I distanziatori da 1mm solitamente vengono impiegati su materiali molto sottili, come la Kerlite o simili, in quanto possono rompersi facilmente se il materiale è molto duro e storto. Su piastrelle di spessore 1cm invece il distanziatore da 1,5mm è piuttosto resistente.

Distanziatori a vite

Distanziatore a vite I distanziatori a vite hanno caratteristiche molto simili al precedente, ma sono provvisti di una vite in alto. Grazie alla rondella apposita, semplicemente avvitando il distanziatore, si andrà a tirare le piastrelle allo stesso livello e non necessita di alcun tipo di strumento supplementare come pinze o altro.
Come per il distanziatore a cuneo, sono disponibili varie misure, ma distanziatori troppo sottili come quelli da 1mm rischiano di essere deboli per le piastrelle comuni da 1cm di spessore o anche superiori.

In entrambi i casi, per eliminare il distanziatore una volta essiccato il collante, basterà calciarlo in linea con la fuga per romperlo e lasciando la basetta sotto il pavimento, mentre il tirante si potrà recuperare per i lavori successivi.
N.B.: viene usato solo per formati lunghi o molto grandi. Per i formati medi o piccoli si utilizzano i più tradizionali distanziatori in quando il piegamento della piastrella è ridottissimo o addirittura nullo.

Pro e contro

Il vantaggio del distanziatore a cuneo è più rapido da utilizzare solo se si stringe il distanziatore manualmente. Il distanziatore a rotella invece è meno faticoso da tirare, ma una volta rotto il distanziatore, per recuperare la rotella, si dovrà svitare pezzo per pezzo.
Distanziatori RLS Leveling

logo del sito
Immagini e documentazioni a cura di Furlan Paolo